Link
Statistiche
Online dal 2012
  • Visitatori oggi -
  • Visitatori totali -
Annunci Google

Articoli marcati con tag ‘torta’

postheadericon Tarte au citron meringuée

Quando ricevo un invito a cena la prima cosa a cui penso è il dolce da portare. Per me una cena non può essere definita tale senza un dolce a concludere tutto. L’ultima volta che avevo preparato questa crostata nemmeno l’avevo provata perchè era per un regalo. Inoltre al sigep avevo finalmente comprato il cannello e dovevo provarlo. Questa era l’occasione giusta.
Questa crostata mi ha stupito. E’ davvero buona: un fondo croccante di frolla, la freschezza e asprezza del lemon curd e la morbidezza e dolcezza della meringa.

Per la frolla:
175 gr burro
175 gr zucchero semolato
2 gr sale fino
3 gr buccia di limone
120 gr latte
10 gr latte scremato in polvere
500 gr farina debole (W150-160)
7 gr lievito chimico

Per il lemon curd:
3 uova
100 gr succo di limone
la buccia grattuggiata di un limone
150 gr zucchero
125 gr burro

Per la meringa italiana:
125 gr albumi
250 gr zucchero (200 + 50)
50 gr acqua

Iniziate con la frolla dato che dovrà sostare in frigo.
Mescolate nella planetaria con la foglia il burro con zucchero, sale e aromi. Aggiungete il latte con il latte in polvere e, infine, la farina con il lievito. Dopo aver ottenuto un impasto omogeneo e sodo fate riposare in frigo per circa 2 ore. Stendete allo spessore desiderato. Posizionate la frolla stesa sulla teglia. Ricoprite di carta forno e di fagioli o ceci. Cuocere a 180° per 15-20 minuti.

IMG_8500

Per il lemon curd cuocete a bagnomaria succo di limone, buccia e zucchero. Contemporaneamente sbattete con una frusta le uova. Controllate sempre il succo di limone e lo zucchero sul fuoco mescolando delicatamente. Appena inizia il bollore togliete dal fuoco e versate a filo sulle uova, mescolando energicamente. Una volta amalgamato tutto il succo, riponete la ciotola a bagnomaria sul fuoco e portate a 82°. Lasciare intiepidire fino a raggiungere i 50° e aggiungete il burro in quattro volte mescolando con la frusta. Lasciate raffreddare.

IMG_8502

Per la meringa in un pentolino fate cuocere 200 gr di zucchero con l’acqua e portate a 121°C.

IMG_8504

Nel frattempo montate piano gli albumi con 50 gr di zucchero. Quando lo zucchero raggiungerà la temperatura versate a filo lo zucchero cotto sugli albumi. Montate fino a raffreddamento.

IMG_8509

Fate raffreddare completamente. Io ho usato l’abbattitore in questo caso.

IMG_8510

Ora potete comporre il vostro dolce.
Posizionate la base di frolla su un vassoio e farcite con il lemon curd. Se usate una sac à poche basta fare una spirale.

IMG_8513

IMG_8515

Riempite una sac à poche con bocchetta a stella di meringa e iniziate a decorare.

Untitled-1

Fiammeggiate con un cannello o in forno.

IMG_8540

IMG_8550

IMG_7758

Provatela. Sono sicura che non vi deluderà.

postheadericon Torta alla frutta

La primavera sembra arrivata (non oggi a Roma) e in occasione di una cena con colleghi di Antonio ho fatto questa torta semplicissima, ma che lascia a bocca aperta per i bellissimi colori.

Per il pan di spagna:
6 uova
180 gr zucchero
90 gr farina
90 gr fecola di patate

Per la crema:
500 ml latte
4 tuorli
6 cucchiai zucchero
6 cucchiai farina

Frutta fresca a scelta (io ho usato fragole, more, lamponi e fragoline di bosco)

Per il pan di spagna di norma si segue una regola semplice: per ogni uovo 30 gr di zucchero e 30 gr di polveri (tra farina e amido). Mettere nella planetaria le uova con lo zucchero e montare bene. Devono essere di un giallo paglierino chiaro chiaro e scrivere. A questo punto aggiungere man mano le polveri precedentemente setacciate con un movimento dal basso verso l’alto. Infornare a 180° per circa 20/30 minuti. Fare sempre la prova stuzzicadenti e, una volta cotta lasciar raffreddare.

Per la crema io uso sempre una ricetta che va a cucchiai che non sarebbe molto corretta perchè prevede la farina invece degli amidi.
Comunque riscaldare in un pentolino il latte con gli aromi desiderati. Io quando devo usarla con la frutta metto scorza di arancia e di limone. Nel frattempo sbattere con una frusta le uova con lo zucchero e aggiungere anche la farina.
Aggiungere il composto di uova al latte caldo privato degli agrumi.

Ora passiamo a comporre il dolce. Tagliare a metà il pan di spagna.
Prendere un disco e bagnare con uno sciroppo di acqua, zucchero, buccia di agrumi e liquore (nel mio caso arancia e cannella homemade).
Disporre sul pan di spagna uno strato di crema.

Disporre a raggiera sul bordo esterno le fargole a metà.

Proseguire con la frutta scelta. Io ho seguito con un cerchio di more , poi lamponi e il centro di fragoline e qualche mora avanzata.

Se volete potete lucidarla con la gelatina, io personalmente preferisco di no. Sopratutto se verrà mangiata nell’arco di breve tempo.

Buona preparazione!

postheadericon Torta ricotta e pere di Sal de Riso

Il noto pasticcere Sal de Riso apre la “Pasticceria De Riso” sul lungomare di Minori e un laboratorio artigianale nella località di Tramonti dopo gli studi. In pochi anni la sua pasticceria è diventata una delle più importanti e conosciute sia nel territorio locale che nazionale. Tra le sue “invenzioni” c’è la torta ricotta e pere. Un guscio di “biscotto” (chiamiamolo biscotto ma non è un biscotto) con un cuore morbido, soffice e gustoso di crema alla ricotta impreziosita da una dadolata di pere. Io ho preferito lasciarle intere anche se la ricetta prevede che vengano ridotte in purea.

Per i due dischi di pasta biscotto:
6 cucchiai di nocciole tostate e tritate
6cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina 4 albumi
100 gr di burro morbido

Per il ripieno:
300 gr di ricotta (io ho scelto quella di pecora)
500 di panna da montare
200 di zucchero
il succo di mezzo limone
3 pere keiser tagliate a dadini e cotte in padella con una noce di burro qualche cucchiaio di zucchero e il succo di limone

Iniziare con la pasta biscotto: amalgamare il burro morbido con lo zucchero e montare la crema ,mescolare la farina e le nocciole e aggiungerle al composto di burro e zucchero alternando con l’albume. Mescolare bene e mettere in due tortiere imburrate di circa 28 cm di diametro e cuocere in forno caldo a 180 x 20 minuti (devono essere dorate) e far raffreddare. Io le ho fatte la sera precedente.
Pulire le pere e tagliarle a dadini. Ripassarle in padella con burro, zucchero e limone. Io le ho lasciate appositamente un pò croccanti.

Montare la panna con lo zucchero. Lavorare la ricotta con il succo di limone. Amalgamare le due creme insieme con un movimento dal basso verso l’alto. Infine aggiungere le pere.

Disporre un disco su una piatto da portata, aggiungere la crema e soprapporre il secondo disco.

Riporre in frigo fino al momento di servire. Spolevrare con zucchero a velo e decorare a piacere.

Rimarrete stupiti dalla crmeosità di questo dolce!

postheadericon Lemon Cake

Una reinterpretazione della ricetta torta al cacao supercioccolatosa, ma al limone

Non è una torta esageratamente dolce ed è molto “limonosa”…la suggerisco quindi per chi ama il gusto un po’ acre del limone!

INGREDIENTI

Per la torta

160 gr farina

100 gr maizena

1 cucchiaino di bicarbonato

220 gr zucchero

80 gr panna acida

150 gr burro ammorbidito

2 uova

1 bustina di vanillina

la scorza grattugiata di un limone

125 ml di acqua bollente

Per lo sciroppo

100 gr zucchero

100 ml succo di limone

50 ml acqua

Mettere tutti gli ingredienti ad eccezione dell’acqua nel mixer e frullare bene e a lungo.

Una volta ottenuto un composto cremoso e liscio aggiungere l’acqua bollente a filo.

Continuare a mescolare. Versare nella forma da plum cake. Cuocere nel forno preriscaldato a 160 gradi per 1h e 20′ (fate attenzione però! dipende dalla potenza del vostro forno!)

Preparare lo sciroppo facendo sobbollire lo zucchero l’acqua e il succo di limone. Irrorare il dolce con lo sciroppo.

Lasciare riposare per qualche ora.

Ecco l’aspetto finale della Lemon Cake:

img_20120918_122048

20120918_122339

20120918_134215

Servire semplice o con una spolverata di zucchero a velo.

Buona Lemon Cake a tutti!

Alle Padelle – Claudia & Claudia

postheadericon Torta al Cacao – Supercioccolatosa!

Una ricetta super semplice per i veri intenditori del cioccolato! Golosissima!

E’ una torta non esageratamente dolce che esalta il gusto del cacao

Ideale per chi ama tenere in ordine la cucina: si realizza tutta con un robot/mixer!

INGREDIENTI

100 gr farina

100 gr maizena (se non avete la maizena potete usare tranquillamente 2 etti di farina, verrà un po’ più compatta)

1 cucchiaino di bicarbonato

60 gr cacao amaro

270 gr zucchero

80 gr di panna acida

175 gr burro morbido

2 uova

1 bustina di vanillina

125 ml di acqua bollente

175 gr di gocce di cioccolato


Per lo sciroppo

125 ml di acqua

100 gr di zucchero

1 cucchiaio di cacao amaro


Mettiamo la farina, lo zucchero, le uova, il cacao, il bicarbonato, la vanillina, la panna acida e il burro precedentemente ammorbidito nel microonde nel mixer, azioniamolo e mescoliamo bene.

Aggiungiamo l’acqua bollente a filo continuando a mescolare.

A questo punto estraiamo le lame del mixer e aggiungiamo le gocce di cioccolato e mescoliamo con un cucchiaio.

Versiamo il composto in una teglia da plum cake foderata con la carta forno. Per far aderire bene la carta forno al recipiente che volete adoperare vi svelo un trucco! Bagnatela sotto l’acqua e strizzatela bene! Sarà più facile da modellare e conserverà comunque il suo potere antiaderente!

Facciamo cuocere in forno a 170° per circa 1 ora. Io in realtà ho un forno elettrico non ventilato piuttosto vecchio quindi per assicurarmi un’ottima cottura l’ho tenuto a 150°/160° per circa 2 ore…regolatevi voi quindi con i tempi. Dipende da quanto conoscete il vostro forno!

Una volta cotta estraete la torta dal forno.

20120911_160330

Foriamo la torta con uno stecco da spiedino in modo che sia perfetta per assorbire lo sciroppo con la quale la ricopriremo:

20120911_160409

A questo punto possiamo preparare lo sciroppo facendo sobbollire l’acqua con lo zucchero e il cacao amaro.

Per chi vuole osare a questo punto si può aggiungere un po’ di PEPERONCINO per rendere lo sciroppo un po’ piccante e trasformare questa ricetta in un’originale dolce ideale per concludere una cena messicana!

Io l’ho fatta senza peperoncino questa volta e ho ricoperto il dolce con lo sciroppo

20120911_160639

Ho lasciato il dolce a riposare per un paio d’ore in modo che assorbisse tutto lo sciroppo. Come vedete nella foto sottostante gli eccessi di sciroppo presenti ai bordi del dolce sono stati completamente assorbiti.

Una volta pronto l’ho estratto dalla teglia e l’ho servito su un piatto da portata

281123_10151131167203398_656404879_o

E’ un dolce super soffice (grazie anche alla maizena) e golosissimo. L’ideale per chi ama il sapore deciso del cioccolato.

Io ho deciso di servirlo senza zucchero a velo proprio per esaltarne l’intensità del colore.

Buon appetito!

Alle Padelle – Claudia & Claudia

postheadericon Torta di rose salata

L’ora del pranzo si avvicina e vi delizio con un’ottima idea per una cena tra amici o una festa: la torta di rose salata. Di gusto vi assicuro che è buonissima, visivamente forse un pò meno, ma per essere la prima volta e per essermi impegnata poco va più che bene!

Ingredienti
400 gr farina manitoba
180 gr di latte
35 gr di olio
22 gr di zucchero
1 cucchiaino sale
1 cubetto di lievito di birra (io ho usato qll secco)
1 uovo intero + 1 tuorlo per spennellare

Per il ripieno io ho usato stracchino, prosciutto crudo e qualche oliva verde, ma potete scegliere qll che più preferite.

Fare l’impasto con la farina, olio zucchero, l’uovo intero, il latte tiepido in cui avete sciolto precedentemente il lievito e lo zucchero, alla fine unite il sale. Formate una palla e lasciatela lievitare un ora e mezza circa.

Quando è lievitata, tirare l’impasto con il mattarello, cercando di dare una forma rettangolare.
p1030326
Deve avere lo spessore di circa 5mm. Una volta allargata la sfoglia farcire a piacere io ho usato prosciutto, olive e stracchino.
p1030329
Arrotolatelo su se stessa e tagliate rondelle di circa 6 cm di altezza, posizionate in una teglia a cerniera, imburrata e lasciatele lievitare di nuovo per 1/2 ora. Passata la mezz’ora i rotolini, crescendo, si saranno attaccate fra di loro. infornate a 180° per 30 minuti.
p1030331
Ammetterete anche voi che non è stupendo, ma era davvero buono!!!
Annunci Google
Facebook
Twitter
Siti Amici
Cerca nel Web