Link
Statistiche
Online dal 2012
  • Visitatori oggi -
  • Visitatori totali -
Annunci Google

Articoli marcati con tag ‘semplice’

postheadericon Biscottini da colazione light

Si sa i biscottini burrosi sono sempre buonissimi, ma ogni tanto dobbiamo anche controllare le calorie e così ecco un buon compromesso. Le gocce di cioccolato fondente danno quel tocco in più che ci fanno dimenticare la mancanza di burro e uova. Lo spunto per questa ricetta mi è stata data da Arianna nel gruppo Pasticciando con il Kenwood che io ho poi modificato cambiando le farine e le quantità dei liquidi.

200 gr petra 5 (o farina macinata a pietra)
100 gr farina di farro monococco
100 gr farina multicereali
100 gr farina di semola di grano duro
150 gr zucchero
100 gr olio
200 gr latte
1/2 bustina lievito
cioccolato fondente (io ne ho messo circa 70 gr)

Nella ciocotola della planetaria miscelate le farine, lo zucchero e il lievito. Aggiungete man mano il latte e quando sarà ben assorbito aggiungete l’olio. Quando si sarà formato un panetto aggiungete il cioccolato fondente.

Dividete l’impasto ottenuto in 2 panetti e formate 1 cilindro per ogni panetto che avvolgerete nella carta alluminio come se fosse un salsicciotto e farete riposare in frigo per circa 30/45 minuti.

IMG_5623

Passato il tempo di riposo accendete il forno 170° e ne frattempo tagliate a fettine i cilindri e disponete le fettine ottenute su teglia rivestita di carta forno. Se le fettine sono troppo spesse schiacciatele con le mani.

IMG_5624

Cuocete in forno caldo per circa 15 minuti.

IMG_5626

IMG_5627

IMG_5628

Velocissimi e ottimi per la colazione di tutti i giorni!

postheadericon Simil ciabattine semi integrali

Dopo i bagordi e le abbuffate natalizie volevo una sorta di ciabattine semi integrali. Mi mancava proprio il profumo del pane con una parte integrale appena sfornato. Ma non mi bastava…lo volevo anche soffice al punto giusto e naturalmente a lievitazione naturale! Ecco quello che ne è venuto fuori!!!

Ingredienti:
130 gr patate lessate e schiacciate
250 gr farina integrale
250 gr farina 0
150 gr pasta madre rinfrescata
250-260 gr acqua (varia in base alla farina, iniziate con 250 e se poi ritenete necessario aggiungete altri 10 gr)
1 cucchiaino di malto
1 cucchiaino di sale

Nella ciotola dell’impastatrice mettiamo le due farine, il lievito, la pasta madre, il malto, le patate e aggiungiamo man mano l’acqua. Per ultimo il sale. Formiamo una bella palla.

ORa possiamo mettere in un contenitore e decidere di mettere in frigo dopo un’oretta o, come nel mio caso lasciare lievitare per circa 3-4 ore.

Passato questo tempo giriamo l’impasto sul piano di lavoro. Con i polpastrelli allunghiamo l’impasto formando un rettangolo e con un tarocco tagliamo l’impasto formando delle ciabattine. Adagiamo sul un vassoio con carta forno e spolveriamo con semola.

Riporre a lievitare coprendoli. Lasciar lievitare fino a raddoppio.
Cuocere in forno caldo a 220° per 40 minuti, scalando ogni 10 minuti la temperatura.
Se ci riuscite fate raffreddare prima di mangiarlo!

Buona preparazione!!!

postheadericon Spiedini di gamberi

Manca qualche giorno a san Valentino e volete stupire la vostra metà a tavola ma non avete tempo??? Niente paura..il piatto che vi proprongo occhi si prepara in 5 minuti e stupirà.

Ingredienti:
gamberi (5 o 6 per spiedino)
pangrattato q.b.
olio
sale
pepe
prezzemolo
stuzzicadenti per spiedini

In un piatto disporre il pangrattato e condirlo con olio, sale, pepe e prezzemolo. Mescolare bene. Pulire ogni gambero.Passare bene ogni gambero nella panatura e infilarlo nello stuzzicadente.
Disporre in una teglia ricoperta con carta forno.

Condire con un filo d’olio e infornare a 180° per 5-10 minuti o finchè gli spiedini non sono dorati.
A cottura ultimata impiattare con un insalatina di contorno o cn quello che più preferite.

Buona preparazione a tutti voi!!!

postheadericon Biscotti di riso al limone (senza glutine)

Biscotti semplici, croccanti che profumano intensamente di limone. Fatti a base di farina di riso bio.

INGREDIENTI

280 gr farina di riso bio

1 uovo

succo di un limone (filtrato)

scorza di un limone

100 gr zucchero a velo vanigliato

1 tazzina di olio di semi di arachide

Ho impastato la frolla composta da questi ingredienti, l’ho stesa, ho dato ai biscotti la forma che desideravo e li ho cotti a 180 gradi per circa 15-20 minuti.

L’unica accortezza è che inizialmente la farina di riso sembra non impastarsi mai…piano piano con un po’ di pazienza otterrete una frolla liscia e omogenea, non disperate!

Sono biscotti ultra light, perfetti per una merenda gluten free!

bisc-riso-limone

postheadericon Taccozze molisane di farro con zucchine romanesche

Buongiorno,

stamattina partiamo con un piatto semplice semplice, ma che è apprezzato da tutti o quasi!

Le taccozze molisane sono un formato di pasta simile ai maltagliati. Seguitemi in cucina!!!

Ingredienti:

Taccozze molisane di farro

zucchine

cipolla q.b

olio q.b.

sale q.b

parmigiano

Come dicevo è una ricetta semplicissima e lo si nota anche dagli ingredienti.

Iniziamo tagliando finemente la cipolla e faccimola soffriggere in un pò di olio. Tagliamo a pezzettini la/le zucchina/e (a seconda del numero dei vostri commensali). Aggiungiamo la zucchina alla cipolla e facciamo rosolare. Mettiamo a bollire l’acqua per la pasta. Aggiungiamo una tazzina da caffè d’acqua alle zucchine per renderle più cremose e lasciamo cuocere.

img_0018

Buttiamo la pasta in acqua bollente salata e cuociamo secondo le istruzioni.

img_0019

Una volta cotta, invece di scolarla con lo scolapasta, la raccogliamo con una schiumarola. Non preoccupatevi di far scendere tutta l’acqua. Quel poco di acqua amalgamerà benissimo la pasta. Saltiamo la pasta con le zucchine in padella e aggiungiamo del parmigiano grattugiato! Et voilà..il piatto è servito!!!

img_0020

Buon Appetito!!!

postheadericon Omelette prosciutto cotto & sottilette

Oggi per pranzo ho realizzato questo piatto semplicissimo ma sempre molto soddisfacente per il palato.

Gli ingredienti sono pochi e semplici, il risultato garantito, anche per i meno esperti. Bastano pochi semplici accorgimenti.

Dato che non sono una grande amante dei grassi di origine animale, ho fatto questa variante usando solo olio e.v.o. anche se la ricetta originale francese vorrebbe che fossero realizzate con il burro.

E’ un piatto unico, molto completo. Oltre tutto è una ricetta “svuota-frigo” poichè si può fare quando nel frigorifero avanzano pochi quantitativi di affettato e/o formaggi.

Mi scuso in antipico per l’assenza di fotografie al momento, ma oggi non sono riuscita a scattarle mentre cucinavo. Ad ogni modo sono certa che seguirete i passaggi con estrema facilità poichè si tratta di un piatto davvero semplicissimo. Non appena avrò occasione di preparare nuovamente le omelettes provvederò ad aggiungere qualche foto.

INGREDIENTI (per 2 persone)

4 uova

2 sottilette

2 fette prosciutto cotto

pepe bianco qb

sale qb

olio evo qb

Rompete le uova in una terrina e sbattetele poco, giusto per mischiare i rossi ai bianchi, con il sale e un po’ di pepe bianco.

Scaldate una padella della dimensione desiderata con dell’olio e.v.o. Potete fare 2 omelettes (una per ciascuno) in una padellina più piccola, o una grande omelette da suddividere successivamente.

Quando l’olio è rovente versate parte o tutto l’impasto (a seconda della padella che avete deciso di utilizzare). Fate cuocere a fuoco medio/dolce, solo su un lato, senza girare l’omelette. Inizialmente servitevi di un coperchio. Ciò che è importante per realizzare una buona omelette è che venga dorata all’esterno e resti morbida internamente in modo che l’uovo crei una crema con gli ingredienti scelti per il ripieno.

Quando l’omelette è piuttosto solida e cotta, aggiungiamo sulla superficie il prosciutto cotto e la sottiletta spezzettata. Facciamo cuocere ancora qualche istante in modo che la sottiletta fonda e si amalgami alla base di uovo della nostra omelette. Se non avete le sottilette ma vi è avanzato un po’ di stracchino, usate quello! Verrà ugualmente buonissima!

Ora il passaggio leggermente delicato per chi non è pratico. Mentre l’omelette è ancora sul fuoco, pieghiamola in due, come se fosse una mezza luna, e se necessario ultimiamo la cottura.

Servitela ben calda. E’ un piatto veloce e gustoso. La cottura solo su un lato rende la consistenza completamente differente da quella di una semplice frittata.

Se desiderate rispettare la ricetta originale potete ungere la padella di burro e a cottura ultimata lucidare la vostra omelette con un po’ di burro spennellato. Sarà meno light ma ancora più golosa.

Non dimenticate di dare ampio spazio alla fantasia…Potete fare il ripieno che più desiderate! Con verdure, con radicchio & provola, con i funghi, e molto altro!

Alle Padelle – Claudia & Claudia

Annunci Google
Facebook
Twitter
Siti Amici
Cerca nel Web