Link
Statistiche
Online dal 2012
  • Visitatori oggi -
  • Visitatori totali -
Annunci Google

Articoli marcati con tag ‘manitoba’

postheadericon Stecche o Pane pizza con licoli

Ieri ho sfornato questo bellissimo e buonissimo pane. Per chi vive a Roma e in modo particolare nella mia zona lo riconoscerà come pane pizza. La ricetta delle stecche è qui. Io ho fatto alcune modifiche mettendo 290 gr di farina integrale e 400 gr di 0.
E’ un pane senza impasto quindi vi basterà una bella ciotola e un cucchiaio di legno per girare tutto.

Ingredienti:
100 gr di licoli (lievito in coltura liquida)
200 gr manitoba
290 gr farina integrale
400 gr farina 0
680 gr acqua
6 gr zucchero
15 gr sale
olio q.b.
sale q.b.

semola e farina per polenta extra

Miscelare le farine con lo zucchero in una ciotola. Sciogliere il lievito nell’acqua. Aggiungere man mano farina e acqua e infine il sale.
Essendo un pane senza impasto non importa se resta grezzo.
Coprire e lasciar lievitare per 13/15 ore. Per i lunghi tempi di lievitazione vi consiglio di farlo lievitare di notte.
Dopo la lievitazione l’impasto sarà così.

Infarinare bene il piano di lavoro (nel mio caso un tappetino di silicone) con la semola.

Scaravoltare l’impasto e infarinatelo. Vi sembrerà una massa appicicosa e indomesticabile. Con un tarocco o una spatola procedere formando una serie di pieghe.
Infarinare per bene un canovaccio con semola e farina per polenta e adagiarvi sopra l’impasto.

Chiudrte il canovaccio con due mollette. Lasciar lievitare per 2 ore. Riscaldare il forno alla massima temperatura riscaldando anche la teglia, nel mio caso la leccarda.
Aprire il canovaccio.

Con il tarocco unto d’olio tagliate l’impasto a strisce della larghezza che preferite più o meno quanto una baguette. Adagiarle sulla leccarda calda e spennellare con olio e secondo le preferenze con del sale.

Infornare a 230° per 30 minuti. Se vedete che le vostre stecche si stanno colorando troppo abbassate leggermente la temperatura del forno.
Una volta cotte lasciar raffreddare su una griglia.

Questo pane è ottimo da riempire con salumi e formaggi.
Buona panificazione a tutti voi!

postheadericon bomboloni con lievito madre

Strabuonissimi, da riempire come si vuole: crema, nutella, marmellata. Con lo stesso impasto ho fatto anche le ciambelline. Sono buonissime anche il giorno dopo (se ne rimangono). Questa ricetta l’ho presa dal libro “la pasta madre”.

Ingredienti:
120 gr farina manitoba
280 gr farina 00
75 ge acqua
120 gr lievito madre
120 gr uovo (2 di media grandezza)
80 gr burro
50 gr zucchero
55 gr patate lesse
4 gr sale
olio per friggere
crema, nutella o marmellata per riempire
zucchero semolato

La sera preparare l’impasto. Lessare le patate. Mettere il lievito madre con l’acqua e sciogliere il lievito. Aggiungere uova, farina, zucchero, sale e patate lesse schiacciate. Io ho lavorato l’impasto con il mio ken. Quando si è formato l’impasto aggiungere il burro molto morbido. Formare una palla. Mettere a lievitare in una ciotola coperta di pellicola trasparente per 2 ore. Passate le 2 ore sgonfiare l’impasto. Formare un rettangolo (con le mani) e fare una serie di pieghe. Lasciare riposare 1 ora e riporre in frigo per 10-12 ore.
Il mattino seguente riprendere l’impasto e lasciarlo a temperatura ambiente. Stendere con il amtterello creando una sfoglia di circa 1 cm. Con un coppapasta formare tanti dischetti o ciambelline usando un coppapasta più piccolo per fare il buco interno. Lasciar lievitare per circa 2,5 ore.


Riscaldare l’olio per friggere, e non appena è caldo iniziare a friggere. Le bombe inizieranno magicamente a gonfiarsi. Friggere fino a doratura.

Passare i bomboloni caldi nello zucchero semolato e riempirli a vostro gusto.


Buona preparazione a tutti voi!!!

postheadericon Pane Cafone

Vi ho deliziato con qualche ricettina con la pasta madre, ma nn abbiamo mai parlato di quanto sia buono il pane…altissima digeribilità senza problemi di intolleranze, e il pane dura tantissimo!!!! Appena sfornato è una delizio per tutti i sensi. La ricetta l’ho presa dal libro di Antonella Scialdone.

Ingredienti:
180 gr farina manitoba
420 gr farina 0
420 gr acqua
200 gr pasta madre rinfrescata
7 gr miele
10 gr sale
Sciogliere la pasta madre nell’acqua. Aggiungere miele, farina, sale e lavorare. Io questo procedimento lo faccio nel kenwood e poi lo passo sulla tavola ben infarinata per dargli l’ultima impastata che non guasta mai. L’impasto vi sembrirà molto idratato, non preoccupatevi..deve essere così perchè il pane cafone ha un’idratazione al 70%.

Formare una palla e mettere a lievitare in una ciotola coperta con pellicola trasparente per 2 ore.

Sgonfiare l’impasto e fare una serie di pieghe come vedete in foto



(ripetere la stessa operazione mettendo l’impasto in senso verticale)

Lasciar riposare un’ora coperto con un canovaccio. Passata l’ora fare un’altra serie di pieghe e lasciar riposare un’altra ora.

Formare la pagnotta arotolandola tra le mani e posizionare sulla leccarda del forno coperta di carta forno.

Lascir lievitare per 2-3 ore.
Infornare e cuocere con il vapore (posizionare un pentolino di acqua nella parte bassa del forno) a 240° per 10 minuti e poi a 200° per altri 30 minuti.
Sfornare e lasciar raffreddare su una griglia.


Buona panificazione a tutti voi!

postheadericon Un buongiorno con i cornetti!

Qualche giorno fa in tv ho visto anna moroni che faceva questi cornetti e ho provato subito a rifarli!!! Devo proprio dire che l’esperimento è riuscitissimo! L’odorino era incredibile e il sapore ancora di più. Però vi dico subito che se vi aspettate i classici cornetti sfogliati da bar, non sono così, sono piuttosto di brioche.

150 gr farina 00

1 bustina lievito di birra liofilizzato

150 gr latte

2 uova

40 gr zucchero di canna

2 cucchiai di miele

300 gr farina manitoba

200 gr farina di farro

150 gr burro

marmellata o nutella per farcire

un tuorlo con un goccio di latte per spennellare

Iniziamo dal lievito. Impastate 150 gr di farina 00 con il lievito liofilizzato e 150 gr di latte. Lasciate lievitare mezz’ora/un’ora.

Una volta trascorso il tempo aggiungete le 2 uova, lo zucchero di canna e il miele. Impastate il tutto e aggiungete la farina manitoba e, successivamente, quella di farro. Per ultimo aggiungete il burro. Lasciate lievitare per un’ora e mezza.

img_0270

Dividete l’impasto in due parti, e stendete ciscuno in forma circolare.

Dividete il cerchio in 8 spicchi con un coltello o con una rotella per pizza.

img_0272

Cone le mani stendete bene ogni spicchio e aggiungete un cucchiaino o 2 di marmellata o nutella (volendo potete evitare di riempirli e li fate vuoti)

img_0273

img_0274

Arrotolate i cornetti partendo dalla base alla punta, quest’ultima andrà sempre posta sotto e non sopra.

img_0275

Spennellate con uovo e latte e lasciate lievitare qualche minuto. Infornate a 190° per 20 minuti circa.

img_0277

Spolverate di zucchero a velo.

img_0278

img_0280

img_0281

Buona colazione a tutti!!!!

postheadericon Torta di rose salata

L’ora del pranzo si avvicina e vi delizio con un’ottima idea per una cena tra amici o una festa: la torta di rose salata. Di gusto vi assicuro che è buonissima, visivamente forse un pò meno, ma per essere la prima volta e per essermi impegnata poco va più che bene!

Ingredienti
400 gr farina manitoba
180 gr di latte
35 gr di olio
22 gr di zucchero
1 cucchiaino sale
1 cubetto di lievito di birra (io ho usato qll secco)
1 uovo intero + 1 tuorlo per spennellare

Per il ripieno io ho usato stracchino, prosciutto crudo e qualche oliva verde, ma potete scegliere qll che più preferite.

Fare l’impasto con la farina, olio zucchero, l’uovo intero, il latte tiepido in cui avete sciolto precedentemente il lievito e lo zucchero, alla fine unite il sale. Formate una palla e lasciatela lievitare un ora e mezza circa.

Quando è lievitata, tirare l’impasto con il mattarello, cercando di dare una forma rettangolare.
p1030326
Deve avere lo spessore di circa 5mm. Una volta allargata la sfoglia farcire a piacere io ho usato prosciutto, olive e stracchino.
p1030329
Arrotolatelo su se stessa e tagliate rondelle di circa 6 cm di altezza, posizionate in una teglia a cerniera, imburrata e lasciatele lievitare di nuovo per 1/2 ora. Passata la mezz’ora i rotolini, crescendo, si saranno attaccate fra di loro. infornate a 180° per 30 minuti.
p1030331
Ammetterete anche voi che non è stupendo, ma era davvero buono!!!

postheadericon Panini alle Patate, Speck e Provola

Una ricetta per un pane goloso, dal sapore intenso e dalla morbidezza unica!

Ottimo come aperitivo, ideale per accompagnare il pasto, per una merenda insolita, o come alternativa ai classici panini per un compleanno!

INGREDIENTI

100 gr provola affumicata (tagliata a cubettini)

100 gr speck (affettato e sminuzzato)

1 bustina di lievito di birra in polvere

250 gr di patate lesse

300 gr farina manitoba

200 gr farina ’00′

acqua qb

sale qb

1 pizzico di zucchero

olio e.v.o.

1 tuorlo

Lessiamo e schiacciamo le patate

dscn5088

Mettiamo in una terrina le farine, le patate lessate e schiacciate, il lievito di birra, un pizzico di zucchero e il sale qb.

Aggiungiamo poco alla volta l’acqua (meglio se è tiepida) e impastiamo.

dscn4748

Quando l’impasto avrà raggiunto la consistenza desiderata mettiamolo a riposare per 2/3 ore almeno (in modo che raddoppi ampiamente il suo volume) in un luogo tiepido e al riparo dalle correnti d’aria coperto da un canovaccio pulito.

Prepariamo la provola e lo speck tagliandoli a piccoli pezzi. Io ho usato la provola affumicata perché desideravo che i miei panini avessero un sapore piuttosto intenso e deciso, ma per chi volesse preparare una variante più delicata si può tranquillamente usare la provola non affumicata.

dscn5112

Quando la pasta dei nostri panini sarà ben lievitata, aggiungiamo lo speck e la provola appena tagliati e, aiutandoci con un po’ di farina, lavoriamo bene il tutto sulla spianatoia in modo che gli ingredienti risultino uniformemente distribuiti nell’impasto.

dscn5116

Formiamo ora dei panini e mettiamoli su una placca da forno foderata con carta forno.

dscn5123

Copriamoli nuovamente con il canovaccio e lasciamoli riposare per almeno altri 30-40 minuti per ottenere una seconda lievitazione in un luogo tiepido.

Nel frattempo accendiamo il forno in modo da preriscaldarlo a 200/220°.

Prepariamo un composto di tuorlo e olio e.v.o. con il quale spennelleremo la superficie dei nostri panini quando avranno terminato la seconda lievitazione.

dscn5125

Rimodelliamo leggermente i panini che si saranno ingranditi un po’ troppo con la seconda lievitazione, e distanziamoli (poichè in cottura cresceranno ancora!).

Inforniamo i panini per almeno 15/20 minuti finchè non risulteranno ben dorati.

dscn475820120505_120725

Deliziosi da mangiare ancora caldi, morbidissimi anche una volta freddi!

Buon Appetito!

Alle Padelle – Claudia & Claudia

Annunci Google
Facebook
Twitter
Siti Amici
Cerca nel Web