Link
Statistiche
Online dal 2012
  • Visitatori oggi -
  • Visitatori totali -
Annunci Google

Articoli marcati con tag ‘madre’

postheadericon Pizzette

L’ora dell’aperitivo si avvicina e allora perchè non accompagnarlo con queste pizzette deliziose?! Se poi sono anche a lievitazione naturale come fare a resistere?

Ingredienti:
500 gr farina 1
150 gr patate lessate e schiacciate
250 gr acqua (per rendere ancorà più morbide potete mettere il latte)
100 gr pasta madre rinfrescata e raddoppiata
1 cucchiaino sale
1 cucchiaino malto
2 cucchiai olio evo

Nella ciotola della planetaria inserire la farina, la pasta madre, il malto e le patate. Man mano aggiungere i liquidi e in ultimo l’olio e il sale.

Formare un bell’impasto. Se impastate la mattina lasciate lievitare l’impasto fino al raddoppio, la contrario, invece, se impastate nel pomeriggio-sera dopo un’ora disponete l’impasto in frigo per tutta la notte. Il mattino seguente portate l’impasto a temperatura per circa 2-3 ore.

Pezzare l’impasto formando palline da circa 40-50 gr.
Schicciare con le punta delle dita e porre a lievitare a circa 28° per 3 ore. Condire con pomodoro e mozzarella o con quello che preferite.

psIMG_5897

Cuocere in forno caldo a 190° per 20/25 minuti fino a doratura.

Preparate un bel bicchiere di prosecco o uno spritz e gustatele!!!

psIMG_5898

psIMG_5901

psIMG_5903

psIMG_5904

Cheers!

postheadericon Pane di farro con pasta madre

Avevo comprato due sacchetti di farina di farro monococco e volevo assolutamente provare il pane. Così da un impasto semplicissimo è venuto fuori un pane buonissimo, casereccio, profumato e apprezzato da tutti.

Ingredienti:
1 kg farina farro monococco
600 gr acqua
250 gr pasta madre rinfrescata
9 gr malto
13 gr sale

Nella ciotola della planetaria inserite la farina, la pasta madre e il malto. Pian piano aggiungete l’acqua fino ad avere un impasto incordato. Per ultimo aggiungete il sale. Sul piano di lavoro lasciate puntare l’impasto per 30 minuti. Passato questo tempo adagiate l’impasto in una ciotola unta e dopo un’ora riponete in frigo per circa 12 ore.
Io ho impastato la sera e lasciato in frigo tutta la notte.
Il mattino seguente Tirate fuori dal frigo l’impasto e lasciate a temperatura ambiente o in cella di lievitazione per circa 3 ore, fino a che l’impasto non si sarà riscaldato e sarà lievitato.
Ribaltate l’impasto sul piano di lavoro e fare 2 giri di pieghe a 3 con una pausa di 45 minuti tra un giro e l’altro.
Dividete l’impasto in due (se volete due pagnotte più piccole). E formate il pane.
Lasciate lievitare 2 ore e poi cuocete in forno caldo con pietra refrattaria a 240° per 15 minuti, 200° per altri 15 minuti e a 180° per altri 15 minuti. Passato questo tempo se bussato sulla base ne viene fuori un rumoro vuoto allora il pane è cotto altrimenti prolungate la cottura.

IMG_5643

IMG_5644

IMG_5645

IMG_5647

IMG_5648

Lo apprezzerete ancora di più con del buon prosciutto italiano tagliato a mano!

postheadericon La mia pizza con pasta madre

Dopo tanto provare e riprovare finalmente ho trovato la mia pizza perfetta. Ben idratata, croccante sotto ma morbida sopra e con delle belle bolle che non guastano mai. Premetto che farla senza impastatrice non è impossibile ma ci vuole un pò di pazienza e pratica perchè molto idratata.

Ingredienti:
500 gr farina 0 (per me petra 3)
380 gr acqua
1 cucchiaino malto
120 gr pasta madre rinfrescata e raddoppiata
1 cucchiaino sale fino
1 cucchiaio olio evo

Condimenti vari

Nella ciotola della planetaria inserite la farina, la pasta madre, il malto e iniziate a far lavorare l’impastatrice aggiungendo a filo l’acqua. L’impasto sarà incordato quando si staccherà dalla ciotola e si aggrapperà tutto al gancio impastatore. Aggiungete l’olio, e, per ultimo, il sale.
Sull’asse infarinato capovolgete l’impasto e fate riposare per 30 minuti. Fate un giro di pieghe a tre.Riponete l’impasto in una ciotola coperta, tenete a temperatura ambiente un’ora e poi riponete in frigorifero per almeno una notte. La mia è stata in frigo 18 ore.
Passato questo tempo tirate fuori dal frigo l’impasto e lasciate a temperatura ambiente l’impasto per circa 2-3 ore finchè non ci sarà riscaldato e sarà ripartita la lievitazione.

IMG_5498

Rovesciate l’impasto sull’asse ben infarinato e fate un unlteriore giro di pieghe a tre. Fate riposare per 45 minuti. Dividete l’impasto in 2 (se volete 2 pizze grandi oppure in 3 se le volete medie).

Spolverate con farina e semola una teglia tonda da pizza (di quelle nere che hanno un leggero rivestimento antiaderente). Sull’asse allargate l’impasto fino a fare una bella pizza tonda e trasferite in teglia.
Fate rilievitare per 2-3 ore (per me 2:30).

IMG_5501

Io ho deciso di condire le pizze in modo un pò diverso: una taleggio pere e noci, l’altra zucchine ricotta di capra e pepe nero. Se optate per la classica pizza margherita condite con pomodoro prima di infornare e qualche minuti prima della fine della cottura aggiungete la mozzarella.

Per la pizza taleggio, pere e noci, ungete leggermente la pizza e fate cuocere qualche minuto. Tirate fuori e aggiungete il taleggio a tocchetti, la pera tagliata a fettine sottilissime con l’aiuto di una mandolina e noci spezzettate.

IMG_5505

IMG_5506

IMG_5507

A questo punto continuate con la cottura.

IMG_5508

IMG_5512

IMG_5516

Per la pizza zucchine, ricotta di capra e pepenero, ricoprite la pizza con zucchine tagliate a julienne, un filo d’olio e un pizzico di sale ed infornate. A cottura quasi ultimata aggiungete quenelle di ricotta di capra e una spolverata di pepe.

IMG_5519

IMG_5520

IMG_5521

Per noi la pizza taleggio, pere e noci ha vinto a furor di popolo!

IMG_5517

IMG_5522

Buona pizza a tutti!

postheadericon Panini dolci per intolleranti

Per chi come me in casa ha un’intollerante a latte vaccino e uova sa che preparare una colazione è un’odissea. Dopo tante prove ho trovato la soluzione approvato a gran voto anche dall’intollerante. Panini dolci sofficissimi e senza troppi sensi di colpa.

Ingredienti:

per il milk roux:
15 gr maizena
150 gr latte di soia

per i panini:
tutto il milk roux che otterrete
1 patata lessata (circa 90 gr)
500 gr farina (per me Petra 3)
130 gr d’acqua
100 gr zucchero
1 cucchiaino di malto d’orzo
100 gr zucchero
60 gr olio (per me di riso, ma potete scegliere evo leggero o semi)
1 pizzico di sale
120 gr pasta madre rinfrescata e raddoppiata
80 gr di cioccolato

Per prima cosa dovete preparare il milk roux. E’ una tecnica che viene dall’Oriente semplicissima. In un pentolinomescolate maizena e latte di soia e mescolate fino a formare una crema. Quando avrà raggiunto i 65° sarà pronta. Se non avete un termometro non preoccupatevi ve ne rendete perchè inizierà a gelificare e ad avere la consistenza di una crema. Fate raffreddare.
Mettete nella ciotola della planetaria (o a mano) farina, patata lessata schiacciata, pasta madre, milk roux raffreddato, zucchero e malto. Man mano aggiungete l’acqua a filo. Una volta terminata l’acqua aggiungete un pizzico di sale. A filo, molto lentamente, aggiungete l’olio. Mi raccomando armatevi di tanta pazienza perchè far assorbire l’olio ci vorrà un pò di tempo. Alla fine di questa operazione avrete un impasto bello liscio, lucido e incordato. Per ultimo aggiungiamo il cioccolato. Io ho optato per il cioccolato per renderli più golosi, ma potete anche mettere uvetta rinvenuta in acqua o canditi, o frutta secca. A voi la scelta.
Trasferite l’impasto sulla tavola e formate una palla.

IMG_5495

IMG_5497

Riponete in unaciotola e dopo un’ora circa ponete in frigo per una notte. Il giorno dopo tirate fuori dal frigo la ciotola e tenete a temperatura ambiente almeno 3 ore affinchè riparta la lievitazione.
Ora passate alla pezzatura dell’impasto. Pirlate porzioni d’impasto da circa 60 gr. Ponete a lievitare fino al raddoppio.

IMG_5499

IMG_5500

Una volta raddoppiate cuocete in forno caldo a 180° per circa 15 minuti. Fate raffreddare e fatevi stupire da questi paninetti.

IMG_5524

IMG_5525

IMG_5527

IMG_5528

Appena sfornati avevano una croccante crosticina e un cuore morbidissimo da essere gustato.

MVI_5523

Buona preparazione

postheadericon Pane al farro con esubero di pasta madre

Arriva la Pasqua e quindi tempo di colombe, di rinfreschi e di esuberi.
Ecco la ricetta del nostro pane quotidiano per sfruttare anche qualche esubero:

Ingredienti

150gr. farina manitoba
150 gr farina di farro
150 gr di acqua
100gr.di esubero
un cucchiaino di sale
un cucchiaino di olio evo
sale grosso qb
timo qb

Iniziare sciogliendo l’esubero di pasta madre nell’acqua


Aggiungere le farine miscelate ed impastare al minimo della velocità, aggiungere poi il sale e per ultimo l’olio

Mettere l’impasto ottenuto in una ciotola coperta con pellicola a lievitare finchè raggiunge il raddoppio del suo volume

Se impastate al mattino presto e lo volete cucinare per cena vi consiglio di tenerlo fuori dal frigo.

Non appena avrà raddoppiato il suo volume, stendere sulla placca e dare la forma desiderata, lasciarlo lievitare ancora per un’ora e prima di infornare condirlo a piacimento. Ad esempio con una spruzzatina d’olio, sale e del timo.

Infornare per 10m. a 250 gradi e a 210gradi per i restanti 20 minuti

Eccolo qui morbidisssimo e profumato!

Buona preparazione a tutti!

postheadericon Pane casereccio di Sara Papa

L’odore del pane caldo in casa per me è commovente. Se poi si tratta di un pane a lievitazione naturale e della grande Sara Papa, l’effetto stupore è assicurato.

Ingredienti:
600 gr petra 1
330 gr acqua
150 gr pasta madre rinfrescata
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di malto

Nell’impastatrice (o a mano in ciotola) lavorare farina, pasta madre, acqua e malto. Per ultimo aggiungere il sale. La lavorazione è semplicissima. Porre a lievitare in una ciotola leggermente unta fino al raddoppio.

A lievitazione avvenuta fare un giro di pieghe a tre.

Formare il pane e porre a lievitazione in un cestino di lievitazione per circa 2 ore e poi infornare a 240° per 15 minuti diminuendo la temperatura ogni 15 minuti per un totale di circa 45 minuti.

Far raffreddare il pane.




Buona preparazione a tutti!

Annunci Google
Facebook
Twitter
Siti Amici
Cerca nel Web