Link
Statistiche
Online dal 2012
  • Visitatori oggi -
  • Visitatori totali -
Annunci Google

Articoli marcati con tag ‘Colazione’

postheadericon Biscottini da colazione light

Si sa i biscottini burrosi sono sempre buonissimi, ma ogni tanto dobbiamo anche controllare le calorie e così ecco un buon compromesso. Le gocce di cioccolato fondente danno quel tocco in più che ci fanno dimenticare la mancanza di burro e uova. Lo spunto per questa ricetta mi è stata data da Arianna nel gruppo Pasticciando con il Kenwood che io ho poi modificato cambiando le farine e le quantità dei liquidi.

200 gr petra 5 (o farina macinata a pietra)
100 gr farina di farro monococco
100 gr farina multicereali
100 gr farina di semola di grano duro
150 gr zucchero
100 gr olio
200 gr latte
1/2 bustina lievito
cioccolato fondente (io ne ho messo circa 70 gr)

Nella ciocotola della planetaria miscelate le farine, lo zucchero e il lievito. Aggiungete man mano il latte e quando sarà ben assorbito aggiungete l’olio. Quando si sarà formato un panetto aggiungete il cioccolato fondente.

Dividete l’impasto ottenuto in 2 panetti e formate 1 cilindro per ogni panetto che avvolgerete nella carta alluminio come se fosse un salsicciotto e farete riposare in frigo per circa 30/45 minuti.

IMG_5623

Passato il tempo di riposo accendete il forno 170° e ne frattempo tagliate a fettine i cilindri e disponete le fettine ottenute su teglia rivestita di carta forno. Se le fettine sono troppo spesse schiacciatele con le mani.

IMG_5624

Cuocete in forno caldo per circa 15 minuti.

IMG_5626

IMG_5627

IMG_5628

Velocissimi e ottimi per la colazione di tutti i giorni!

postheadericon Panini dolci per intolleranti

Per chi come me in casa ha un’intollerante a latte vaccino e uova sa che preparare una colazione è un’odissea. Dopo tante prove ho trovato la soluzione approvato a gran voto anche dall’intollerante. Panini dolci sofficissimi e senza troppi sensi di colpa.

Ingredienti:

per il milk roux:
15 gr maizena
150 gr latte di soia

per i panini:
tutto il milk roux che otterrete
1 patata lessata (circa 90 gr)
500 gr farina (per me Petra 3)
130 gr d’acqua
100 gr zucchero
1 cucchiaino di malto d’orzo
100 gr zucchero
60 gr olio (per me di riso, ma potete scegliere evo leggero o semi)
1 pizzico di sale
120 gr pasta madre rinfrescata e raddoppiata
80 gr di cioccolato

Per prima cosa dovete preparare il milk roux. E’ una tecnica che viene dall’Oriente semplicissima. In un pentolinomescolate maizena e latte di soia e mescolate fino a formare una crema. Quando avrà raggiunto i 65° sarà pronta. Se non avete un termometro non preoccupatevi ve ne rendete perchè inizierà a gelificare e ad avere la consistenza di una crema. Fate raffreddare.
Mettete nella ciotola della planetaria (o a mano) farina, patata lessata schiacciata, pasta madre, milk roux raffreddato, zucchero e malto. Man mano aggiungete l’acqua a filo. Una volta terminata l’acqua aggiungete un pizzico di sale. A filo, molto lentamente, aggiungete l’olio. Mi raccomando armatevi di tanta pazienza perchè far assorbire l’olio ci vorrà un pò di tempo. Alla fine di questa operazione avrete un impasto bello liscio, lucido e incordato. Per ultimo aggiungiamo il cioccolato. Io ho optato per il cioccolato per renderli più golosi, ma potete anche mettere uvetta rinvenuta in acqua o canditi, o frutta secca. A voi la scelta.
Trasferite l’impasto sulla tavola e formate una palla.

IMG_5495

IMG_5497

Riponete in unaciotola e dopo un’ora circa ponete in frigo per una notte. Il giorno dopo tirate fuori dal frigo la ciotola e tenete a temperatura ambiente almeno 3 ore affinchè riparta la lievitazione.
Ora passate alla pezzatura dell’impasto. Pirlate porzioni d’impasto da circa 60 gr. Ponete a lievitare fino al raddoppio.

IMG_5499

IMG_5500

Una volta raddoppiate cuocete in forno caldo a 180° per circa 15 minuti. Fate raffreddare e fatevi stupire da questi paninetti.

IMG_5524

IMG_5525

IMG_5527

IMG_5528

Appena sfornati avevano una croccante crosticina e un cuore morbidissimo da essere gustato.

MVI_5523

Buona preparazione

postheadericon Tortine di mele montate di Luca Montersino

Ci regalano delle mele e invece della classica torta di mele volevo fare qualcosa di diverso. Sfoglio i miei libri e trovo nel libro Le dolci tentazioni di Luca Montersino delle tortine di mele superinvitanti e poi so di andare sul certo con una ricetta del maestro. Leggo la ricetta: 250 gr burro. Cavolo!! Così tanto! Vabbè..ci provo fiduciosa perchè le sue ricette sono sempre magnifiche e le mie aspettative non sono state deluse. Sono delle tortine supersoffici che si sciolgono in bocca e per nulla pesanti nonostante la quantità di burro.

Ingredienti:
250 gr burro
200 gr zucchero a velo
80 gr tuorli
160 gr albumi
250 gr farina (per me petra 5)
7 gr lievito
15 gr rum (per me liquore al cedro fatto in casa)
2 gr scorza di limone
250 gr mele a dadini

In planetaria con la K montare il burro con lo zucchero a velo fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungere i tuorli e il liquore.

IMG_5451

Aggiungere la farina con il lievito e gli aromi. Incorporate gli albumi montati a neve ben ferma. Aggiungere i dadini di mele. In realtà le mele andrebbero messe su ogni singola tortina ma io ho preferito inserirle nell’impasto.

IMG_5452

Versare il composto nei pirottini e infornare a 190° C per 15 minuti circa.

IMG_5455

IMG_5457

IMG_5458

IMG_5454

Perfette per colazione o per merenda o, vista l’ora, per un dolcino dopo cena davanti alla tv!
Buona preparazione a tutti!

postheadericon Pancake ai mirtilli

Quando siamo stati negli Stati Uniti mia zia a colazione ci ha fatto il bluberry pancake e noi ne siamo rimasti stupefatti dalla loro bontà e quindi dopo tanto tempo li ho provati in Italia. Sempre ottimi e perfetti per una colazione da campioni.
L’impasto base è sempre lo stesso:

135 gr farina
2 cucchiaini zucchero
1/2 cucchiaino sale
1/2 cucchiaino bicarbonato
1/2 cucchiaino lievito per dolci
250 gr latticcello (in Italia non si trova facilmente e potete sostituirlo con 3 parti di yogurt, 1 parte di latte e un cucchiaio di succo di limone)
1 uovo grande
35 gr burro fuso
olio q.b. (per ungere una padellina)
sciroppo d’acero

Mescolare in una ciotola farina, zucchero, sale, lievito e bicarbonato. In un’altra ciotola sbattere il latticello, l’uovo e il burro fuso. Versare gli ingredienti liquidi su quelli secchi e sbattere con una frusta fino ad amalgarli formando una pastella.

Disporre un mestolino di pastella in un pentolino oliato e adagiare una manciata di mirtilli ben lavati e asciugati.

Quando il lato è dorato con una spatola girarla e farla cuocere anche dall’altro lato.
Continuare fino a terminare la pastella.

Servire con sciroppo d’acero.

E ora Buona colazione a tutti!

postheadericon Pan brioche con water roux

Siamo tutti un pò nella fase detox post pranzi di natali. Volevo fare un pan brioche leggero, ma soffice, senza uova…ed ecco qui il water roux. Mentre elaboravo e studiavo questa ricetta suona il citofono.
-Chi è?
-E’ Occelli!!!!
Arriva il mio kit degustazione inviatomi da Beppino Occelli e volevo subito usare il burro.

Torniamo al water roux. Il water roux o Tang Zhong è un tecnica orientale, viene usato nei lievitati sia dolci che salati. Nei dolci si usa un rapporto 1:10 tra amido e latte, nei salati un rapporto 1:5 tra farina e acqua. Si mescolano i due ingredienti e poi sulla fiamma si portano a una temperatura di 65°. Se si ha un termometro ben venga, ma ci renderemo subito conto quando è pronto perchè diventerà un composto gelatinoso.

Ingredienti:

150 gr di water roux per dolci (io ho usato amido di riso)
450 gr di farina dallagiovanna per brioches
50 gr farina di riso
150 gr pasta madre rinfrescata
130 gr zucchero
150 gr latte
1 cucchiaino di miele
50 gr burro Occelli
aromi a piacere

Iniziare preparando il water roux. In un pentolino mettere amido di riso e acqua e far arrivare a 65°.

Una volta freddo iniziamo ad impastare.
Nella ciotola della planetaria inseriamo le farine, la pasta madre, il water roux e il latte a filo mentre accendiamo la macchina.
Aggiungere zucchero, miele e gli aromi. Quando è ben incordato aggiungere il burro a pomata a più riprese.
Formare una bella palla e riporre a lievitare intorno ai 28° per 2-3 ore.
Una volta passato questo tempo dividere l’impasto in 6.

Pirlando ogni porzione d’impasto formare delle palline e posizionarle in uno stampo da plumcake imburrato.

(Piccola parentesi sulla forma. Io ho deciso di farlo a palline, ma potete fare farlo a treccia o con la sua forma originale).

Soprirlo con pellicola e aspettare il raddoppio.
Una volta raddoppiato scoprirlo e spennellarlo con latte.
Cuocere in forno caldo a 180° per 35 minuti.
Una volta cotto toglierlo dallo stampo e farlo raffreddare su una gratella.

Sarà dura non mangiarlo tutto in un giorno e rimane soffice e morbido per giorni. Ottimo con marmellata!!!

Buona colazione o merenda a tutti!!!

postheadericon Crostata con marmellata di more

Oggi vi propongo un classico che sicuro non manca nelle cucine delle nonne: la crostata alla marmellata. In questo caso ho usato una marmellata di more. Ottima a colazione o per la merenda dei più piccoli.

Per la pasta frolla:
200 gr burro
200 gr zucchero
400 gr farina
4 tuorli

marmellata q.b.

Impastare velocemente la frolla e farla riposare in frigo per circa 30 minuti.
Imburrare una teglia da crostata.
Stendere la frolla e adagiarla nella teglia.

Spalmare la marmellata sulla base. Per quanto riguarda la marmellata vi consiglio di usare una marmellata di qualità che non sia troppo morbida perchè potrebbe bagnare eccessivamente la frolla.

Con la frolla restante formare delle striscioline.

Infornare in forno caldo a circa 180° per 20 minuti o fino a che non sarà ben dorata.
Far raffreddare e soplverare con zucchero a velo.

Annunci Google
Facebook
Twitter
Siti Amici
Cerca nel Web