Link
Statistiche
Online dal 2012
  • Visitatori oggi -
  • Visitatori totali -
Annunci Google

Articoli marcati con tag ‘cannella’

postheadericon Crostata di mele di Omar Busi

Tornata dal sigep carica di nuove nozioni, sentivo proprio l’esigenza di mettere le mani in pasta e così mi è capitata davanti questa ricetta. Ecco come rendere ancora più golosa ed elegante una semplice crostata di mele.

Ingredienti:

Per la pasta frolla per fondi:
1 kg farina debole
400 gr burro
600 gr zucchero semolato
250 gr uova
5 sale
aromi

Io fatto 1/3 della ricetta poichè mi serviva la frolla per una sola crostata.
Montare le uova, lo zucchero, il sale e gli aromi. Successivamente aggiungere il burro morbido e in ultimo la farina. Far riposare la frolla.

Per il composto per quiche:
150 gr panna fresca
50 gr uova
25 gr tuorli
50 gr zucchero semolato
3 gr cannella in polvere.

Per il composto basta mescolare bene con una frusta a mano tutti gli ingredienti.

Servirà inoltre:
150 gr mele renette a cubetti
50gr mandorle affettate
meringa italiana

Rivestire con la frolla tirata a uno spessore di 4 mm un cerchio di circa 22 cm di diametro. Ricoprire con le mele a cubetti e le mandorle. In ultimo versare il composto per quiche sino a 1/2 cm dal bordo e cuocere a 180°C per 40/45 min con lo sportello del forno leggermente aperto per far fuoriuscire l’umidità.

Nel frattempo prepariamo la meringa italiana.

Per la meringa italiana:
20 gr acqua
125 gr zucchero
62 gr albumi

Qui arriva il truccetto che ho imparato durante una masterclass che ha tenuto al sigep il pastry chef Alessandro Servida. Spesso quando si fa la meringa italiana sulla ciotola si creano dei cristalli di zucchero sul bordo della ciotola che posso cadere rovinando la nostra meringa. Il trucco è miscelare prima tutto in una caraffa graduata. Portare l’acqua e 100 gr di zucchero a 121°C. Nel frattempo mettere nella caraffa graduata gli albumi e il restante zucchero (25 gr). Versare sugli albumi tutto lo sciroppo e miscelare bene con un mixer ad immersione. Una volta ben miscelato versare nella ciotola della plantearia e montare bene.

Riempire una sac à poche. Potete usare sia una punta saint honorè, sia una punta liscia o come nel mio caso punta a stella.

Untitled-1

Una volta fredda la crostata decorarla con la meringa.

untitled2

Fiammeggiare con il cannello o in forno a 200°C per qualche minuto

Untitled-4

Untitled5

untitled7

Una crostata gustosissima e d’effetto per le merende o le cene in compagnia.

postheadericon Torta alla frutta

La primavera sembra arrivata (non oggi a Roma) e in occasione di una cena con colleghi di Antonio ho fatto questa torta semplicissima, ma che lascia a bocca aperta per i bellissimi colori.

Per il pan di spagna:
6 uova
180 gr zucchero
90 gr farina
90 gr fecola di patate

Per la crema:
500 ml latte
4 tuorli
6 cucchiai zucchero
6 cucchiai farina

Frutta fresca a scelta (io ho usato fragole, more, lamponi e fragoline di bosco)

Per il pan di spagna di norma si segue una regola semplice: per ogni uovo 30 gr di zucchero e 30 gr di polveri (tra farina e amido). Mettere nella planetaria le uova con lo zucchero e montare bene. Devono essere di un giallo paglierino chiaro chiaro e scrivere. A questo punto aggiungere man mano le polveri precedentemente setacciate con un movimento dal basso verso l’alto. Infornare a 180° per circa 20/30 minuti. Fare sempre la prova stuzzicadenti e, una volta cotta lasciar raffreddare.

Per la crema io uso sempre una ricetta che va a cucchiai che non sarebbe molto corretta perchè prevede la farina invece degli amidi.
Comunque riscaldare in un pentolino il latte con gli aromi desiderati. Io quando devo usarla con la frutta metto scorza di arancia e di limone. Nel frattempo sbattere con una frusta le uova con lo zucchero e aggiungere anche la farina.
Aggiungere il composto di uova al latte caldo privato degli agrumi.

Ora passiamo a comporre il dolce. Tagliare a metà il pan di spagna.
Prendere un disco e bagnare con uno sciroppo di acqua, zucchero, buccia di agrumi e liquore (nel mio caso arancia e cannella homemade).
Disporre sul pan di spagna uno strato di crema.

Disporre a raggiera sul bordo esterno le fargole a metà.

Proseguire con la frutta scelta. Io ho seguito con un cerchio di more , poi lamponi e il centro di fragoline e qualche mora avanzata.

Se volete potete lucidarla con la gelatina, io personalmente preferisco di no. Sopratutto se verrà mangiata nell’arco di breve tempo.

Buona preparazione!

postheadericon Biscotti di Natale al Miele

Quest’anno per Natale ho deciso di regalare agli amici qualcosa di fatto in casa, profumato, dolce…i biscotti!

Questa ricetta semplicissima a base di miele piace a tutti! Provatela!

INGREDIENTI

350 gr di farina

80 gr di burro

2 uova intere

150 gr di zucchero

50 gr di miele

4 gr di lievito per dolci

( se vi piace, in questo impasto potete aggiungere un po’ di cannella)

Impastate velocemente gli ingredienti tutti insieme e formate la frolla. Lasciatela riposare in frigorifero e quando sarà bella compatta stendete una sfoglia di spessore di circa 0,5 cm e con degli stampini natalizi ritagliate i biscotti.

Disponeteli abbastanza distanti l’uno dall’altro in una teglia foderata con carta forno e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti.

Se vi piace potete spennellarli con un po’ di latte prima di infornarli per renderli più lucidi.

Per decorarli è possibile anche fare una rapida glassa all’acqua con zucchero al velo e pochissima acqua bollente, ricoprire i biscotti ed eventualmente aggiungere confettini colorati!

I vostri amici li divoreranno! Garantito!!

Buone feste a tutti!!!!!!!!

postheadericon Carrot Cake

Chiunque sia appassionato di cucina americana conosce Laurel Evans! Dopo vari tentativi ho provato questa!!! Buonissima..profumatissima..ve la consiglio vivamente! Potete anche optare di riempirci dei pirottini e fare così le famose merendine alle carote.

180 gr farina 00

1 cucchiaino lievito in polvere

200 gr zucchero

2 cucchiai succo d’arancia

150 ml olio d’oliva

200 gr di carotte grattuggiate

Preriscaldare il forno a 180°. Mescolare in una terrina tutti i solidi, quindi farina, lievito e se volete un pò di cannella.

Lavorare le uova con lo zucchero e l’olio.

Incorporate le carote e il composto con la farina.

Versare in uno stampo imburrato ed infarinato. Infornare e far cuocere per circa 35 minuti.

Io all’impasto ho aggiunto delle mandorle a lamelle.

Buona preparazione a tutti!!!

postheadericon Coppettine bicolore

Questo è il periodo di grandi pranzi e cene per amci e parenti che vengono a vedere casa!!! Così per il pranzo di ieri ho preparato queste coppettine che hanno fatto furore!!!

Ingredienti:

Pan di spagna (potete anche comprarlo ma io ho preferito farlo con 5 uova 150 gr di zucchero e 150 gr di farina)

Crema pasticcera ( 4 tuorli, 6 cucchiai di farina, 6 cucchiai di zucchero, 1/2 l latte)

Crema al cioccolato (4 tuorli, 6 cucchiai di farina, 6 cucchiai di zucchero, 1/2 l latte, 150 gr di cioccolato fondente)

Scaglie di mandorle

Per le tuilles:

2 albumi

50 gr zucchero a velo

50 gr burro

50 gr farina.

Iniziamo preparando le tuilles.
Battere a mano con una frusta gli albumi con lo zucchero a velo versato poco per volta. Aggiungere il burro fuso e la farina.Il composto sarà così:

1

Sulla placca del forno rivestita di carta forno allineare piccole quantità di composto, schiacciarle con il dorso del cucchiaio ed aggiungere mandorle a lamelle. Infornare a 200° per 4 o 5 minuti.

2

Fare le creme e uan volta fredde metterle in 2 sac-à-poche. Tagliare un pezzetto di pan di spagna e adagiarlo nella coppettina. Bagnare il pan di spagna con una bagna a piacere, nel mio caso con acqua, 3 cucchiai di zucchero, buccia di limone ed arancia e un bicchierino di liquore arancia e cannella.

Cona la sac-à-poche fare uno strato di crema pasticcera e uno di crema al cioccolato e riporre in frigo.

3

Decorare con lamelle di mandorle ed inserire in ogni coppetta una tuille.

4

5

Vi assicuro che è molto semplice e fa una figurona!!!!

postheadericon Torta de Santiago

Oggi ho deciso di proporvi questa ricetta spagnola che faccio anche io per la primissima volta, speriamo sia buona!

Si tratta di una torta composta da una frolla croccante ripiena di mandorle. E’ un dolce semplice da realizzare, dal profumo irresistibile.

La ricetta originale prevede che nella farcia ci sia anche un po’ di cannella, ma dato che a me non piace ho deciso di sostituirla con la vanillina. A voi la scelta!

INGREDIENTI

con queste dosi io ho realizzato 2 torte piccole (essendo un dolce anche estremamente calorico), ma potete benissimo farne una piuttosto grande o decidere di dimezzarle e fare una sola torta piccolina.

PER LA FROLLA

500 gr farina 00
200 gr zucchero a velo vanigliato
250 gr burro
2 uova intere
1 buccia limone
1 pizzico di sale

PER LA FARCIA
350 gr. di mandorle tritate (o farina di mandorle)
4 uova
250 gr di zucchero
la scorza grattugiata di un limone
1 bustina di vanillina

Cominciamo preparando la frolla. Impastiamo gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avvolgiamo la nostra pasta frolla nella pellicola per alimenti e lasciamo la riposare in frigorifero una mezzora.
Nel frattempo io avevo le mandorle pelate ma intere e quindi le ho tritate molto finemente in un omogeinizzatore.

20120908_083449

Una volta fredda ho steso la frolla tra due fogli di carta da forno.
20120908_083512
Ho rivestito la mia tortiera precedentemente imburrata e infarinata.
Ho montato le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto davvero molto spumoso. Ho incorporato la vanillina e la scorza di un limone grattugiata. Infine ho unito le mandorle tritate.
Ho mescolato delicatamente stando attenta a non smontare il composto e l’ho versato nel guscio di frolla.
Fate attenzione a non riempire il guscio di frolla esageratamente: se avete montato veramente bene le uova con lo zucchero, la farcia in cottura crescerà (sebbene non ci sia il lievito)!
20120908_090002
Ho infornato a 160/180 gradi per circa 40/45 minuti.
I tempi di cottura dipendono molto dal vostro forno.
Io ho infornato due torte e le ho tenute entrambe dentro contemporaneamente per circa 1 ora.
Quando faccio queste torte con la frolla che cuoce insieme al ripieno preferisco sempre infornarle ad una temperatura più bassa del previsto ma per più tempo (in questo modo cuociono più lentamente e si evita il rischio che si scuriscano presto in superficie ma che rimangano crude all’interno!).
Ho lasciato la torta un paio di minuti con il calore diretto solo sul fondo per asciugare bene la frolla e renderla croccante.
Buona Torta de Santiago a tutti!
20120908_113440
Una volta estratta la torta dal forno e fatta raffreddare vi invito a completarla con una spolverata di zucchero a velo!
torta
Alle Padelle – Claudia & Claudia

Annunci Google
Facebook
Twitter
Siti Amici
Cerca nel Web