Link
Statistiche
Online dal 2012
  • Visitatori oggi -
  • Visitatori totali -
Annunci Google

Articoli marcati con tag ‘160’

postheadericon Panettone di Giorilli

Il Natale è proprio alle porte e il tavolo è stracolmo di panettoni…ne ho fatti davvero tanti per questo dovevo assolutamente condividere con voi questa ricetta. E’ lunga, stressante, difficile, ma ripaga di tutti gli sforzi. Devo ringraziare Eva e Claudio di Fables de Sucre per averla condivisa e io non potevo non provarla. E’ stato subito amore a primo boccone. Un’esplosione di profumi e sofficità.
Ma ora andiamo al sodo. Il panettone è con lievito madre che deve essere bello forte e arzillo e prima di iniziare il primo impasto durante il giorno faremo tre rinfreschi.

Se decidete di fare il panettone tradizionale dovete anche mettere a bagno l’uvetta per tempo e preparare il mix aromatico.

Ingredienti per 2 kg di panettone (2 da 1 kg o 4 da 500 gr e via dicendo)

Mix aromatico:
60 gr miele d’acacia
Zeste di agrumi (2 limoni e 2 arance)
Vaniglia

Primo impasto:
480 gr farina (Panettone molino Quaglia o Panettone Z molino DallaGiovanna)
150 gr pm
240 gr acqua
150 gr zucchero
150 gr burro a pomata
110 gr tuorli

Procedimento primo impasto
Nella ciotola inserire la farina, la pm e l’acqua e far andare con il gancio. Quindi aggiungere lo zucchero. Lo zucchero è un pò la bestia nera, va aggiunto un pò alla volta senza perdere l’incordatura. Quando è tutto assorbito aggiungere in burro a pomata in più riprese. Quando sarà bene amalgamato aggiungere i tuorli emulsionati con la forchetta, anche qst’ultimi a più riprese. Controllare sempre incordatura e velo.

Ribaltare l’impasto sul piano di lavoro, staccare un pezzo che fungerà da spia e pirlarlo.
Porre a lievitare a 28° per 12 ore.

Il mattino seguente l’impasto sarà tripiplicato o comunque aspetteremo finchè non triplica.

Secondo impasto:
primo impasto
120 gr farina
4 gr malto
140 gr zucchero
190 gr tuorli
6 gr sale
Mix aromatico
120 gr burro
70 gr burro
240 gr uvetta
120 gr arancio candito
60 gr cedro candito

Procedimento secondo impasto:

Il consiglio che posso dare per impasti così lunghi è di avere già tutti gli ingredienti pesati e disposti sul piano.
Mettere nella ciotola della planetaria il primo impasto passato una mezz’oretta in frigo dopo averlo sgonfiato, la farina e il malto e far amalgamare tutto. Quindi aggiungere lo zucchero (sempre in più riprese mantenendo l’incordatura) e dopo il suo completo assorbimento metà della dose di uova, sale e mix aromatico. Otterremo un impasto liscio e ben incordato. Aggiungere la prima razione di burro. Quando è ben amalgamato aggiungere la seconda razione di uova. Quindi aggiungere la seconda parte di burro con le sospensioni (uvetta e canditi). Ogni ingrediente aggiunto va inserito in più riprese in modo tale che l’impasto se lo ciucci tutto senza rischiare di perdere l’incordatura.
Una volta terminato Tenere l’impasto al caldo per 30 minuti. Poi ribaltarlo sul piano di lavoro e farlo puntare per 15 minuti.


(puntatura al cioccolato)

Pezzare l’impasto, ossia dividere l’impasto in base alle dimensioni scelte. Teniamo conto che si fa un panettone senza glassa si mette il 10% in più d’impasto, viceversa si mette il 10% in meno. Ora passiamo alla prima pirlatura.

Far riposare l’impasto per ulteriori 15 minuti e poi procedere con un’altra pirlatura.

Disporre nei pirottini, ricoprire con pellicola e lasciar lievitare a 28 gradi per circa 7 ore o comunque fino a 2 cm dal bordo.
Scoprire il panettone e, una volta formata la pellicina, fare un taglio a croce con una lametta e disporre un pezzettino di burro. Infornare in forno caldo a 165° per 45-55 minuti. Misurare la temperatura al cuore. Quando arriva a 94 gradi possiamo sfornare, in filzare il panettone con dei ferri appositi o con quelli da maglia e rigirare in panettone. Il Panettone dovrà restare a testa in giù per circa 2 ore.

Con la versione con cioccolata partecipo a due contest:

Tutti chef con Kenwood e potete votarmi qui
Ricette di natale UnaDonna e potete votarmi qui (non cliccando sul “mi piace” ma sul Vota e accedendo con nome utente facebook o registrandosi).

Buone feste a tutti voi!!!!

postheadericon La mia chiffon cake

La ricetta di oggi è un dolce molto versatile: ottimo per la colazione, ma adatto anche a fare da base per un dolce. Qualche tempo fa era conosciuta come ciambella americana ora il suo nome si inglesizzato in chiffon cake. E’ suoer soffice.

Ingredienti:
285 gr farina 00
300 gr zucchero
6 uova xl
195 ml acqua
120 ml olio di semi
1 bustina lievito per dolci
1 bustina cremor tartaro
1 pizzico sale
aromi a paicere (vaniglia, limone, arancia)

In una ciotola poniamo in ordine farina, zucchero, lievito, olio, tuorli, acqua e aromi. Lavoriamo il composto con uno sbattitore elettrico. Per fare prima contemporaneamente ho messo gli albumi con il cremor tartero nella ciotola del kenwood e ho fatto montare gli albumi a neve fermissima. In mancanza del kenwood, una volta terminato un primo impasto sempre con delle fruste elettriche si montano gli albumi.

Aggiungere gli albumi al composto in 2-3 tempi amalgamandoli al composto con un movimento dal basso verso l’alto.
Una volta che il composto è ben amalgamato possiamo versarlo nella teglia originale per chiffon cake senza imburrarla nè infarinarla.

Infornare in forno caldo a 160° per 50 minuti e poi a 175° per 10 minuti.
Terminata la cottura capovolgere e lasciarlo raffreddare.

Una volta freddo rigirarlo e con una spatola staccarlo dalle pareti.

Disporlo in un piatto e spolverarlo di zucchero a velo o decorarlo con una glassa a piacere.

Verrete stupiti dalla sua sofficità!

Buona preparazione a tutti!

Annunci Google
Facebook
Twitter
Siti Amici
Cerca nel Web