Link
Statistiche
Online dal 2012
  • Visitatori oggi -
  • Visitatori totali -
Annunci Google

Articoli marcati con tag ‘’

postheadericon Stecche o Pane pizza con licoli

Ieri ho sfornato questo bellissimo e buonissimo pane. Per chi vive a Roma e in modo particolare nella mia zona lo riconoscerà come pane pizza. La ricetta delle stecche è qui. Io ho fatto alcune modifiche mettendo 290 gr di farina integrale e 400 gr di 0.
E’ un pane senza impasto quindi vi basterà una bella ciotola e un cucchiaio di legno per girare tutto.

Ingredienti:
100 gr di licoli (lievito in coltura liquida)
200 gr manitoba
290 gr farina integrale
400 gr farina 0
680 gr acqua
6 gr zucchero
15 gr sale
olio q.b.
sale q.b.

semola e farina per polenta extra

Miscelare le farine con lo zucchero in una ciotola. Sciogliere il lievito nell’acqua. Aggiungere man mano farina e acqua e infine il sale.
Essendo un pane senza impasto non importa se resta grezzo.
Coprire e lasciar lievitare per 13/15 ore. Per i lunghi tempi di lievitazione vi consiglio di farlo lievitare di notte.
Dopo la lievitazione l’impasto sarà così.

Infarinare bene il piano di lavoro (nel mio caso un tappetino di silicone) con la semola.

Scaravoltare l’impasto e infarinatelo. Vi sembrerà una massa appicicosa e indomesticabile. Con un tarocco o una spatola procedere formando una serie di pieghe.
Infarinare per bene un canovaccio con semola e farina per polenta e adagiarvi sopra l’impasto.

Chiudrte il canovaccio con due mollette. Lasciar lievitare per 2 ore. Riscaldare il forno alla massima temperatura riscaldando anche la teglia, nel mio caso la leccarda.
Aprire il canovaccio.

Con il tarocco unto d’olio tagliate l’impasto a strisce della larghezza che preferite più o meno quanto una baguette. Adagiarle sulla leccarda calda e spennellare con olio e secondo le preferenze con del sale.

Infornare a 230° per 30 minuti. Se vedete che le vostre stecche si stanno colorando troppo abbassate leggermente la temperatura del forno.
Una volta cotte lasciar raffreddare su una griglia.

Questo pane è ottimo da riempire con salumi e formaggi.
Buona panificazione a tutti voi!

postheadericon Pane Cafone

Vi ho deliziato con qualche ricettina con la pasta madre, ma nn abbiamo mai parlato di quanto sia buono il pane…altissima digeribilità senza problemi di intolleranze, e il pane dura tantissimo!!!! Appena sfornato è una delizio per tutti i sensi. La ricetta l’ho presa dal libro di Antonella Scialdone.

Ingredienti:
180 gr farina manitoba
420 gr farina 0
420 gr acqua
200 gr pasta madre rinfrescata
7 gr miele
10 gr sale
Sciogliere la pasta madre nell’acqua. Aggiungere miele, farina, sale e lavorare. Io questo procedimento lo faccio nel kenwood e poi lo passo sulla tavola ben infarinata per dargli l’ultima impastata che non guasta mai. L’impasto vi sembrirà molto idratato, non preoccupatevi..deve essere così perchè il pane cafone ha un’idratazione al 70%.

Formare una palla e mettere a lievitare in una ciotola coperta con pellicola trasparente per 2 ore.

Sgonfiare l’impasto e fare una serie di pieghe come vedete in foto



(ripetere la stessa operazione mettendo l’impasto in senso verticale)

Lasciar riposare un’ora coperto con un canovaccio. Passata l’ora fare un’altra serie di pieghe e lasciar riposare un’altra ora.

Formare la pagnotta arotolandola tra le mani e posizionare sulla leccarda del forno coperta di carta forno.

Lascir lievitare per 2-3 ore.
Infornare e cuocere con il vapore (posizionare un pentolino di acqua nella parte bassa del forno) a 240° per 10 minuti e poi a 200° per altri 30 minuti.
Sfornare e lasciar raffreddare su una griglia.


Buona panificazione a tutti voi!

Annunci Google
Facebook
Twitter
Siti Amici
Cerca nel Web